Chirurgia Bariatrica

Bypass gastrico e altri interventi chirurgici di perdita di peso – noti collettivamente come chirurgia bariatrica – comportano cambiamenti nel sistema digerente che promuovono la perdita di peso.
La chirurgia bariatrica viene eseguita quando la dieta e l’esercizio fisico non hanno funzionato o quando si hanno gravi problemi di salute a causa del peso. Alcune procedure limitano quanto si può mangiare. Altre procedure funzionano riducendo la capacità dell’organismo di assorbire i nutrienti. Alcune procedure fanno entrambe le cose.
Anche se la chirurgia bariatrica può offrire molti benefici, tutte le forme di chirurgia di perdita di peso sono procedure importanti che possono rappresentare gravi rischi e effetti collaterali. Inoltre, è necessario apportare cambiamenti permanenti sani alla dieta e fare esercizio fisico regolare per contribuire a garantire il successo a lungo termine della chirurgia bariatrica.

La chirurgia bariatrica viene eseguita per aiutare i pazienti in sovrappeso e ridurre il rischio di problemi di salute pericolosi per la vita, come possono essere:

  • Malattie cardiache e ictus;
  • Ipertensione;
  • Malattia del fegato grasso non alcolico (NAFLD) o epatite non alcolica (NASH);
  • Apnea ostruttiva del sonno;
  • Diabete di tipo 2.

La chirurgia bariatrica è di solito eseguita solo dopo aver cercato di perdere peso migliorando la dieta e le abitudini di esercizio fisico.

In generale, la chirurgia bariatrica può essere un’opzione per te se:

  • L’indice di massa corporea (BMI) è 40 o superiore (obesità estrema);
  • Il suo indice di massa corporea è compreso tra 35 e 39,9 (obesità) e presenta un grave problema di salute correlato al peso, come diabete di tipo 2, ipertensione o apnea notturna grave. In alcuni casi, potresti avere diritto a determinati tipi di interventi chirurgici per la perdita di peso se il tuo indice di massa corporea è compreso tra 30 e 34 e hai gravi problemi di salute legati al peso.

La chirurgia bariatrica non è per tutti coloro che sono in sovrappeso. Potrebbe essere necessario rispettare alcune linee guida mediche per qualificarsi per questo intervento chirurgico e sottoporsi a un ampio processo di selezione. Devi anche essere disposto a fare cambiamenti permanenti per condurre uno stile di vita più sano.

Potrebbe esserti richiesto di partecipare a piani di follow-up a lungo termine che includano il monitoraggio della tua alimentazione, del tuo stile di vita e del tuo comportamento e delle tue condizioni mediche.

Come con qualsiasi procedura importante, la chirurgia bariatrica presenta potenziali rischi per la salute, sia a breve che a lungo termine.
I rischi associati alla procedura chirurgica possono includere:

  • Sanguinamento eccessivo
  • Infezione
  • Reazioni avverse all’anestesia
  • Coaguli di sangue
  • Problemi ai polmoni o alla respirazione
  • Perdite nel sistema gastrointestinale
  • Morte (rara)

I rischi e le complicanze a lungo termine della chirurgia per la perdita di peso variano a seconda del tipo di chirurgia. Possono includere:

  • Occlusione intestinale
  • Sindrome da dumping, che porta a diarrea, secrezione, vertigini, nausea o vomito
  • Calcoli biliari
  • ernie
  • Basso livello di zucchero nel sangue (ipoglicemia)
  • Malnutrizione
  • ulcere
  • vomito
  • Reflusso acido
  • La necessità di una seconda revisione, chirurgia o procedura

Se sei idoneo per un intervento chirurgico bariatrico, il team sanitario ti fornirà le istruzioni su come prepararti a questo intervento. Potrebbe essere necessario eseguire diversi test di laboratorio e altri prima dell’intervento chirurgico. Potresti avere restrizioni sul mangiare e bere e su quali farmaci puoi assumere. Potrebbe esserti richiesto di avviare un programma di attività fisica e di interrompere qualsiasi uso di tabacco.
Potrebbe anche essere necessario preparare e pianificare in anticipo il recupero dopo l’intervento chirurgico. Ad esempio, ottenere aiuto a casa se si ritiene che sarà necessario.

La chirurgia bariatrica viene eseguita in ospedale usando l’anestesia generale. Ciò significa che sei incosciente durante la procedura.
Le specifiche dell’intervento dipendono dalla situazione individuale, dal tipo di intervento chirurgico per la perdita di peso e dalle pratiche dell’ospedale o del medico. Alcuni interventi chirurgici vengono eseguiti con grandi incisioni tradizionali nell’addome.
Oggi, la maggior parte dei tipi di chirurgia bariatrica viene eseguita laparoscopicamente. Un laparoscopio è un piccolo strumento tubolare con una fotocamera collegata. Il laparoscopio viene inserito attraverso piccole incisioni nell’addome. La piccola camera sulla punta consente al chirurgo di vedere e operare all’interno dell’addome senza eseguire le tradizionali grandi incisioni. Questo intervento può rendere il tuo recupero più veloce e più breve, ma non è adatto a tutti.
La procedura richiede di solito diverse ore. Dopo l’intervento chirurgico, ti svegli in una stanza di recupero, dove il personale medico ti controllerà per eventuali complicazioni. A seconda della procedura, potrebbe essere necessario rimanere in ospedale per alcuni giorni.

Tipi di chirurgia bariatrica
Trattamento dell’obesità: e pallone intragastrico contro l’obesità

Il trattamento dei palloncini intragastrici è sempre più utilizzato per il trattamento dell’obesità. Con questa procedura, un palloncino vuoto viene messo nello stomaco mediante una procedura endoscopica. Poi il palloncino è gonfiato. A causa dello spazio occupato con il palloncino, i pazienti hanno una sensazione di sazietà prematura. Tuttavia, si differenzia da altri metodi in modo che il pallone viene rimosso dopo un periodo di tempo (6 mesi – 1 anno). In questo processo, i pazienti perdono dal 10 al 20 % del loro peso in eccesso a seconda della loro struttura.

Il pallone gastrico viene eseguito come procedura primaria per i pazienti con un indice di massa corporea di 30-40 kg/m², che non riescono a perdere peso nonostante una regolare attività fisica, una dieta specifica, e che hanno tra i 18 e i 65 anni di età. 

D’altra parte, per precauzione, preferiamo, applicare una procedura preoperatoria per i pazienti che soffrono di una obesità grave, o gravissima, per ridurre il rischio dell’anestesia prima dell’intervento chirurgico. Soprattutto nei pazienti in cui il rischio chirurgico è molto elevato.

Il palloncino gastrico non è adatto ai pazienti con:

  • Gastrite o ulcera gastrica;
  • Precedente chirurgia gastrica;
  • Grande ernia iatale;
  • Gravidanza o che stanno allattando;
  • Tossicodipendenza;
  • Alcolismo.

I pazienti devono stare a digiuno per 8-12 ore prima dell’intervento chirurgico. La procedura dura in media 10-15 min. I pazienti sono sedati per prevenire qualsiasi disagio. In primo luogo, l’esofago, lo stomaco e il duodeno sono valutati via endoscopica. Poi il palloncino viene lubrificato con un gel e inserito facilmente allo stomaco, e riposizionato all’interno dello stomaco sotto il controllo di una telecamera endoscopica. Il palloncino è gonfiato con una soluzione fisiologica sterile o aria attraverso un piccolo catetere di riempimento attaccato al palloncino, e la procedura viene completata. Dopo l’intervento, i pazienti sono tenuti sotto osservazione per alcune ore e alla fine di questo periodo i pazienti possono tornare a casa. Il paziente non ha bisogno di restare in ospedale. Tuttavia, è molto importante che il paziente rimanga in contatto con i suoi medici per seguire tutto il protocollo.

Bypass gastrico

In questa tecnica chirurgica, la prima fase, prevede la creazione di una tasca gastrica in grado di contenere solo una piccola quantità di cibo, dandoli la forma di un tubo.
Questa tasca gastrica viene completamente separata dal resto dello stomaco e si svuota direttamente in un tratto di intestino tenue, che ha in media tra 150-200 cm (questa lunghezza varia in base all’indice di massa corporea, alla presenza di diabete mellito, alla lunghezza totale dell’intestino tenue e al metabolismo del paziente). In questa fase si fa il collegamento tra l’intestino tenue e lo stomaco, in modo che il cibo entra nello stomaco passa dal bypass attraverso la parte dell’intestino tenue.

In questa tecnica particolarmente applicata ai pazienti con diabete di tipo 2, si intende limitare lo stomaco e accelerare il passaggio del cibo fino all’ultima parte dell’intestino tenue, chiamato ileo, per aumentare la secrezione di ormoni e di alcune sostanze in questa zona. In modo che le cellule beta che non funzionano nel pancreas inizino a funzionare e la resistenza all’insulina sia invertita. In questo modo, i pazienti eliminano il diabete mellito di tipo 2.

Dopo quest’intervento, il 85-90 % dei casi di diabete mellito migliorano e i pazienti non hanno più bisogno di prendere il farmaco.

  • Procedura più breve;
  • Altamente efficace per perdersi peso;
  • È un’operazione reversibile;
  • Si tratta di un’operazione che può essere preferibile ad un controllo dopo una la gastrectomia.
  • Dopo l’intervento chirurgico, i pazienti devono prendere per tutta la vita complessi multivitaminici e sali minerali;
  • È difficile esaminare i dotti biliari con l’E.R.C.P. dopo il funzionamento.
Gastrectomia a manica

Sebbene la gastrectomia a manica, nota come gastrectomia a manica verticale, sia una sorta di operazione restrittiva, la ricerca scientifica ha scoperto che questo intervento attiva gli ormoni di sensibilità all’insulina, come il GLP-1 dall’intestino tenue.
Quindi, non è corretto valutare la Gastrectomia a Manica soltanto come un intervento di restrizione. Nella operazione di gastrectomia delle maniche manica, circa 75-80 % dello stomaco viene rimosso verticalmente, lasciando uno stomaco a forma di tubo.

I pazienti non si sentono a digiuno, in quanto vi è una diminuzione dell’ormone ghrelin rilasciato nella parte asportata dello stomaco. La ghrelina è una proteina peptica composta da 28 amminoacidi e prodotta da cellule parietali nello stomaco superiore, chiamata fundus. È un peptide forte oesigeronico (appetito stimolante) regolato con l’attivazione dei recettori nell’ipotalamo cranico o nelle aree pituitarie. Poiché il 80 % di ghrelin peptide viene rilasciato nella parte inferiore dello stomaco, e i nostri pazienti possono facilmente perdere peso applicando una dieta raccomandata senza sentirsi troppo digiuni facilmente.

Dopo questa operazione, lo stomaco mantiene la forma della manica. Lo stomaco adesso è grande quanto una tazza di tè. Dopo Gastrectomia a manica con la diminuzione della capacità dello stomaco, lo stimolatore dell’appetito ghrelin diminuisce e il paziente non sentirà fame; d’altra parte, la resistenza all’insulina scompare. Con questi 2 effetti, la perdita di peso sarà osservata nei pazienti. La gastrectomia a manica rimane la chirurgia bariatrica più comune (60-70 %) al mondo. E ‘stata l’operazione più preferita perché è sicura, dura poco, i pazienti sono in grado di riprendere la loro vita rapidamente. Nei pazienti che aumentano di peso dopo questa operazione, le operazioni di controllo sono eseguite in modo sicuro e facile.

Dopo questa operazione, nei pazienti con diabete di tipo 2, il tasso di successo permanente è compreso tra il 50-55 %. L’ipertensione può essere controllata dal 60 al 70% in modo permanente e i pazienti smettono di prendere i medicinali. Il fegato grasso diminuisce entro pochi mesi e la resistenza all’insulina scompare. Abbiamo anche osservato che i nostri pazienti che soffrivano di apnea del sonno sono riusciti ad vincerla. La ricerca scientifica afferma che l’apnea del sonno scompare con il 80 %.

Il botox dello stomaco è una procedura endoscopica, utilizzata in tutto il mondo da 10-15 anni che mira paralizzare temporaneamente il digiuno e l’appetito dei nervi dello stomaco, aiutando i pazienti a risolvere problemi di perdita di peso. 

Con questa procedura, la tossina botulinica (botox) viene iniettata in alcune parti dello stomaco. Dopo l’intervento, le contrazioni dei muscoli dello stomaco vengono ridotte, il tempo di consumo degli alimenti consumati è prolungato e il processo di perdita di peso inizia. Vengono iniettate 300 unità di botox in 3 zone dello stomaco, soprattutto nell’area del fondo, eliminando così l’appetito.

Di conseguenza, questa procedura elimina la sensazione di digiuno, prolungando la sensazione di pienezza. Così i pazienti possono perdere peso. Poiché la procedura è eseguita con endoscopia, dura meno di 20 minuti e i pazienti vengono dimessi.

Il botox dello stomaco viene eseguito nei pazienti il cui indice di massa corporea (BMI) è inferiore a 35. Questa procedura non è un intervento chirurgico. Si tratta di un’alternativa all’intervento chirurgico. Pertanto, deve essere eseguito per i pazienti che sono in sovrappeso di 15-20 kg in particolare. Tuttavia, la selezione dei pazienti è molto importante. Si noti che il botox dello stomaco non trarrà beneficio per i pazienti morbosamente obesi il cui indice di massa corporea è di 40 o più. Nei pazienti con ulcera gastrica o gastrite, il botox dello stomaco viene eseguito solo dopo il trattamento di queste malattie.

Il botox dello stomaco viene eseguito per i pazienti il cui indice di massa corporea (BMI) è inferiore a 35 anni e di età compresa tra 18 e 65 anni.